Arte come quotidianità e non come evento occasionale

Quando ero piccolo, come capita ai bambini che ogni tanto invece di andare all’asilo o a scuola seguivano uno dei genitori a lavoro, mi ritrovavo spesso al Liceo Artistico dove mia madre insegnava letteratura della lingua italiana.

Con una matita in mano, mentre pasticciavo fogli di carta vuoti, seguivo con gli occhi di un bambino, le lezioni di mia madre.

Quando non avevo voglia di star fermo, gironzolavo un po’ per le aule a trovare gli altri insegnanti a me familiari come zii, ritrovandomi così a lezioni di disegno dal vero, di plastica ornamentale, di storia dell’arte.

In alternativa al Liceo Artistico, quando mia madre non poteva portarmi con se, mi ritrovavo in Accademia, sì proprio quella, l’Accademia delle Belle Arti di cui mio padre a quei tempi era direttore.
Anche lì ben accolto dai maestri d’arte e allievi di allora, oggi per la maggior parte insegnanti, mi sentivo a casa.

Per molti di loro, nutro un particolare affetto.

Quindi quando tratterò l’Arte come argomento, ne parlerò da un punto di vista non tecnico, ma dalla prospettiva di chi è cresciuto in ambienti artistici di un certo rilievo per pura casualità, osservandoli come normale quotidianità e non come eccezioni.

Ecco, questo è un punto importante: “Arte come quotidianità e non come evento occasionale”.

Dovremmo creare per i giovani queste condizioni di vita.

La Vetrina

Questo mio spazio web, nasce con l’obiettivo di raccontare e di rimarcare quanto fatto da mio padre per l’arte, per la società, per i giovani.

Non sarà l’unico argomento trattato, così come non lo sarà “l’arte”.

Mi piace immaginarmi davanti a una vetrina con alcuni amici, e mentre osserviamo quanto esposto, scambiamo due chiacchiere.

Quindi l’argomento trattato, sarà quello che capita di volta in volta.

Niente news, critiche, pareri professionali, solo una chiacchierata tra amici.

E proprio mentre chiacchieriamo, sarà possibile osservare il contenuto del sito.

Credetemi, c’è tanto da vedere, Mostre d’arte di vari artisti, Cataloghi d’arte gratuiti.

Oppure, per chi volesse saperne di più su mio padre è possibile trovare la sua biografia, le incisioni, il percorso artistico, la donazione al Comune di Bronte, o alla Città di Catania, e tanto altro.

In alternativa si potrebbe visitare il negozio di piccoli oggetti da collezione in vendita.

Il Negozio su questo spazio web

Lo shop, è una piccola azienda di famiglia, si trova sul mio spazio web perché pur non facendo parte dell’azienda, sono la garanzia che tutti i prodotti nascono dalle opere originali di mio padre, e ne rispecchiano lo stile anche nei piccoli dettagli, proprio come usava fare lui.

Tengo fortemente a mantenere il suo stile.

La collezione sulla Catania del Settecento, rende questi piccoli gadget, veri e propri oggetti da collezione, piccole opere d’arte.

Curati nella realizzazione, inalterati, riprodotti su diverse tipologie di oggetti, diventano originali gadget della città che portano la firma di chi delle scuole d’arte della Città di Catania ne è stato fondatore.

A parte questo piccolo shop, che promuovo perché mi aiuta a mantenere il blog, questo sito non ha fini di lucro, quindi se lo apprezzate, condividetelo, ve ne sarei grato, trovate tutti i pulsanti per farlo, alla fine dell’articolo stesso.

Se invece avete suggerimenti, scrivetemi attraverso il modulo dei contatti, oppure attraverso i commenti.

E se volete tenervi informati sugli aggiornamenti, iscrivetevi alla newsletter a fine pagina.

Qualche notizia su di me

  • Restauro pittorico

    Mi sono appassionato al restauro pittorico, frequentando un corso presso l’Istituto di Restauro di Firenze. L’idea di poter operare su opere deteriorate di grandi maestri, recuperandone l’integrità e ridando loro la vita, è un privilegio.

    Il privilegio di rendersi partecipi al recupero di una grande ricchezza.

  • Musica tutta la vita

    Un’altra forma d’arte di cui ho fruito e fruisco costantemente.

    Sono sempre stato in compagnia della musica, la mia più grande passione.

    In qualsiasi occasione, la musica non deve mai mancare.

    Che sia io ad avere uno strumento in mano,

    o come in questo momento mentre scrivo che stia solo ad ascoltare,

    la musica deve essere presente.

    La musica è arte, e l’arte è vita!

  • L’informatica

    Andrea Sciavarrello - La Strada

    Andrea Sciavarrello – La Strada

    La mia grande passione per l’informatica, si è sposata perfettamente con quella per l’arte.

    Infatti, ho lavorato come scenografo e interior designer progettando e realizzando tutti i miei lavori attraverso gli elaboratori elettronici.

  • Ancora Arte

    Oggi lavoro per uno dei teatri più belli del mondo.

    Ho quindi ancora la fortuna di rimanere nel mondo artistico, e di beneficiare dell’arte dei grandi artisti che si esibiscono su quel palcoscenico.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento