“Il Paladino” nome scelto per questa piccola azienda di famiglia, richiama molto mio padre per quello che è stato e che ha realizzato nel corso della sua vita.

U Liotru e u Palazzu – Stampa

La creazione di queste piccole opere d’arte che rappresentano il suo stile, dà vita a una collezione particolare accessibile a tutti.

La particolarità delle creazioni, è sicuramente la delicata eleganza che lo rappresenta.

Siamo partiti con pochi oggetti, e intendiamo continuare a piccoli passi.

Dopo il successo dei magneti riguardanti il Teatro Massimo V. Bellini e Piazza Duomo, desidero presentarvi altre piccole preziose produzioni.

Considerato che rappresenta il simbolo della città di Catania, la presento per prima: l’Elefante con lo scorcio del palazzo del Municipio.

Chi non conosce l’importanza di questo emblema, raffigurato in diverse occasioni che rappresentano la città di Catania, deve sapere che i catanesi lo amano al punto di definirsi “Marca elefante” o meglio in siciliano “Marca Liotru”, per dire che si è catanesi autentici.

Simbolo magico, considerato amuleto scelto dai catanesi a protezione della città, “U Liotru” è un elaborazione dialettica nel tempo del nome Eliodoro, mago legato alla leggenda della statua.

Troverete un breve cenno storico nella descrizione della calamita che riguarda questo soggetto.

Segni appena accennati da inchiostro di china, mostrano la statua e il palazzo in tutti i loro dettagli.

Il Fortino – Porta Garibaldi – Stampa

La seconda nuova produzione che desidero presentarvi, è porta Garibaldi,  più comunemente conosciuta come “U furtinu”, il fortino di Catania.

Situata in Piazza Palestro, nasce come arco di trionfo per il matrimonio di Ferdinando IV di Borbone con Maria Carolina d’Austria, e perciò chiamata “Porta Ferdinanda” fino al 1860. 

In realtà deve il suo nome alla vera e propria Porta del Fortino che ancora esiste, in fondo a via Sacchero ed è la porta attraverso la quale passòVittorio Amedeo II di Savoia, quando venne come Re in Sicilia nel 1713. (Fonte “Alla Scoperta di Catania” – Santi Correnti).

Teatro Massimo V. Bellini – Interno – Stampa

Ho riservato per ultimo questa produzione, perchè mostra la meticolosa ricerca del dettaglio in un ambiente complesso come  l’interno del Teatro Massimo Bellini di Catania.

Ambiente complesso per la sua ricchezza d’arte, non mancano pubblico e orchestra, si riesce quasi a sentirne pure il suono d’opera.

Consiglierei di abbinare le due piccole opere raffiguranti l’esterno e l’interno del teatro.

Vi comunico che oltre a contattare noi per l’acquisto degli oggetti da collezione, se desiderate toccare con mano, per vedere la qualità, le dimensioni reali e osservarli in tutta la loro bellezza, potete recarvi presso i nostri due principali punti di ritiro:

Al Tipico – Bar – via A. di Sangiuliano 237 a Catania,

I Sogni di Carta – via Teatro Massimo 20 a Catania.

Se volete aiutarmi a diffondere questo sito, potete farlo attraverso i pulsanti di condivisione che trovate su tutte le pagine, ve ne sarei grato.